Modello organizzativo 231

Il sistema di prevenzione e controllo finalizzato alla riduzione del rischio di commissione di reati.

Modello organizzativo e di Gestione ai sensi del Decreto Legislativo 231/2001: riduzione del rischio di commissione di illeciti penali

Con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo 231 del 2001, è stata introdotta la responsabilità amministrativa delle società, con possibili conseguenze amministrative e penali per la Società stessa e, di conseguenza, anche per i suoi Apicali quali gli Amministratori e il Management in caso di commissione di reati nell’esercizio delle proprie funzioni aziendali.

Adottando un Modello Organizzativo 231, le organizzazioni possono tutelare sé stesse ed il proprio Management prevenendo eventuali comportamenti criminosi tenuti all’interno dell’organizzazione.

Un modello organizzativo 231 per poter compiere la propria efficacia preventiva va realizzato tenendo presente la realtà dell’impresa in cui va applicato. I modelli generici costruiti senza alcun confronto con la concreta realtà aziendale sono inefficaci sia a prevenire i reati sia a rappresentare l’esimente prevista dall’art. 6 del D. Lgs. 231/01.

Per realizzare un adeguato Modello occorre eseguire una attenta analisi dei processi aziendali, e solo al termine di tale studio può essere redatto un Modello Organizzativo che, pertanto, non è uno strumento aziendale a sé stante deve essere integrato nel più generale sistema di controllo interno e deve interagire con gli altri sistemi di gestione esistenti in azienda, quali: sistema di gestione qualità (ISO 9001), sistema gestione ambientale, (ISO 14001), sistema di controllo e gestione sicurezza (ISO 45001), il sistema Privacy (GDPR) e altri.

La consulenza di SOL3 per l’implementazione del modello 231

SOL 3 mette a disposizione i propri professionisti per aiutare aziende e organizzazioni nel rendersi conformi al modello 231.

Tra le attività SOL 3 incluse nel servizio di consulenza e assistenza troviamo:

  • Mappatura e analisi dei rischi
  • Definizione e redazione del modello organizzativo e del codice etico
  • Definizione di protocolli conformi alla legge
  • Sviluppo ed erogazione di percorsi formativi al personale
  • Istituzione dell’Organismo di Vigilanza e supporto consulenziale per le attività ad esso affidate.

Migliore organizzazione e Controllo del rischio

Rating di legalità

Integrazione con altri sistemi

Le attività sono facilmente integrabili con quelle per la certificazione ISO 9001, ISO 45001 e ISO 37001.

Richiedi maggiori informazioni

6 + 1 = ?